settembre, 2019

05set21:00Evento passatoIl senso del doloreMaurizio De Giovanni21:00

Galleria

more

Dettagli Evento

La prima avventura del commissario Ricciardi.

È una cartolina della Napoli del 1931, un acquerello rifinito da mani sapienti, a fare da sfondo alla vita del commissario Luigi Alfredo Ricciardi.  Luigi Alfredo Ricciardi vede i morti che gli parlano ripetendo all’infinito l’ultimo pensiero che li ha tormentati nell’istante del trapasso. Uno straziante grido d’aiuto che solo lui può raccogliere e di cui si fa carico con coscienza e umanità.   Al teatro S. Carlo, durante la rappresentazione della Cavalleria Rusticana, viene trovato il cadavere del tenore Arnaldo Vezzi. Il suo spirito affranto accoglie il commissario Ricciardi con un canto addolorato, un solo verso, sempre lo stesso che guiderà il giovane poliziotto verso una verità dolorosa quanto amara.

Note di regia

Succede di rado, ma succede. Inciampi in un libro e te ne innamori. Giri le pagine e senti gli odori , vedi i colori, avanzi tra le parole e le orecchie ti si riempiono di suoni, in bocca senti i sapori. E poi arrivano i brividi, le risate, il nodo in gola.  Succede. Di rado. Ma succede.  E quando una storia di carta ,nella tua testa,  diventa a tre dimensioni  capisci due cose: che dietro quelle pagine c’è uno scrittore di razza, e  che ancora una volta non resisterai alla tentazione di condividerla quella storia.  Succede. Di rado. Ma succede.   Con  Il senso del dolore di Maurizio de Giovanni è successo. Ci siamo ritrovati a seguire i passi del commissario Ricciardi in una primavera ventosa del 1931,  ci siamo  avventurati tra le strade ora  lucide di pioggia ora luride fango di una Napoli da sempre  in bilico tra miseria e nobiltà, amore e odio, allegria e disperazione. Un viaggio lungo 247 pagine, da cui siamo usciti con un solo desiderio: ritornare ancora nei luoghi di quelle emozioni. E abbiamo provato a farlo nel solo modo che ci appartiene:  mettendolo in scena. L’idea di partenza  è proprio quella di un libro dalle cui pagine i personaggi scivolano fuori e prendono corpo. Il protagonista è l’autore di quelle pagine: alla vigilia di un appuntamento che potrebbe cambiargli la vita, prova a  dar voce, anzi voci, alla sua “creatura”. E si fa narratore, pagina, personaggi in un gioco di specchi infinito nel cui riflesso si annulla la linea di demarcazione tra il gioco e la magia. Per mettere in scena questo spettacolo, provando come sempre a non tradire il libro, abbiamo provato ad immaginare quanto entusiasmo può provare uno scrittore accorgendosi che le sue pagine aprono la porta ad un universo di cui è creatore ma non “padrone”, e figlia di questo entusiasmo e la voglia di raccontare ad  un ideale interlocutore – chissà forse proprio all’autore di quella lettera il cui recapito apre lo spettacolo-  la sua storia, per convincerlo, per convincersi, per convincerci, che quella storia ha vita e senso anche fuori dalla carta.  E nella foga del  racconto i personaggi cominciano a prendere forma, a volte suggerendo i toni, i tempi, le emozioni al narratore. Quanto alle  tante belle pagine del libro  che il testo teatrale ha dovuto per necessità sacrificare,  abbiamo chiesto al Maestro Luca Toller di  provare a trasformarle in note, a  restituire con la musica suggestioni e atmosfere. Ecco, questo spettacolo è nato così: dalle parole che prendono vita, dagli incontri magici con gli scrittori di razza, dai libri di cui ti innamori, dalle pagine che diventano scena, dalle storie che vuoi condividere.

con : Nico Ciliberti     

musiche: Luca Toller                                                                                                                                                                          

voci: Andrea Canova, Gabriele Carraturo, Rosalba di Girolamo, Marcello Magri, Isabella Martino, Marco Palumbo, Fabio Todisco, Ramona Tripodi

 adattamento e regia: Annamaria Russo

Ora

(Giovedì) 21:00

Location

Maschio Angioino

Via Vittorio Emanuele III

Prenota

In caso di annullamento di un evento per motivi non imputabili all’Organizzazione, il costo del biglietto non sarà rimborsato, ma potrà essere convertito in coupon per un altro evento nell’ambito della stessa rassegna.

Il sistema di pagamento online adotta il circuito PayPal, ma può essere utilizzata qualsiasi carta di credito. Perfezionando l'acquisto i biglietti saranno inviati all'indirizzo email indicato.

Non è più possibile acquistare biglietti per questo spettacolo.

X